Ma chi l’ha detto “donna bagnata donna fortunata”?

Temporale

Come si reagisce quando il treno si ferma nel bel mezzo del nulla, a pochi metri dalla stazione centrale, e fuori inizia a piovere? E ovviamente io non avevo l’ombrello. Così è iniziata la mia giornata, con un temporale decisamente e autunnale e una povera sprovveduta, quale sarei io, che si ritrova a contrattare con un indiano per avere un ombrello che si romperà alla prima folata di vento. La ciliegina sulla torta sono state le Converse che, nei miei giorni buoni, ho la decenza di non mettere se so che il tempo potrebbe peggiorare.
Venti minuti dopo mi trovavo in un bar, vicino l’università, a sorseggiare cappuccino con Denise. Il barista mi guarda ed esclama “Finalmente sei arrivata!”
E io lo osservo, senza capire. Poi capisco che forse, avendo visto che la mia amica aspettava qualcuno, si sarà domandato chi fosse quel qualcuno e avrà fatto due più due.
Date le mie pessime condizioni fisiche ha ben pensato di consolarmi spargendo una doppia dose di cacao sul cappuccino. Grazie barista sconosciuto!
Appena entrata in aula ho trovato le mie amiche che chiacchieravano allegramente e, allarmate dalla mia vista, mi hanno intimato di togliermi la camicia zuppa. Dopo diversi rifiuti, me l’hanno direttamente tolta, “altrimenti ti ammali”, lasciandomi in canotta, fucsia tra l’altro. Queste situazioni mi imbarazzano sempre, nonostante loro fossero tante mammine deliziose e in ansia per me. Gianluca ha invaso il corridoio, asciuttissimo, e mi ha chiesto cosa avessi fatto ai capelli. “Gianluca piove, non so se hai visto”. In effetti lui non aveva un comune ombrello, ma direttamente l’ombrellone da spiaggia, quindi era evidente il perché del suo essere asciutto. Mi ha preso la camicia zuppa e l’ha messa all’aria, lontana dalla pioggia, con la speranza di farla asciugare.
“Ragazzi, però nel frattempo ho comunque freddo!”
Mi hanno concesso di rivestirmi dieci minuti dopo, anche se le condizioni della camicia erano pressoché immutate.
Due ore dopo ero di nuovo per strada, questa volta senza pioggia. Avevo voglia di dolci, come potete facilmente immaginare, ma ho resistito. Anche quando Giulia ha preso un bombolone alla nutella con un Pan di Stelle sopra. Mi sono sentita fiera di me.
Ed ora, svariate ore dopo, sono a casa con la gola in fiamme e saltuari starnuti a farmi compagnia.
Vorrei sapere chi ha detto che “sposa bagnata sposa fortunata”, o era donna? Insomma qualsiasi cosa sia, non aveva ragione.

Annunci

26 commenti

Archiviato in A spasso nella mia vita, Treni, Uncategorized, Viaggi, Vita

26 risposte a “Ma chi l’ha detto “donna bagnata donna fortunata”?

  1. Mi pareva che il detto fosse «Sposa bagnata, sposa fortunata».
    Nel tuo caso, non essendo sposa, non puoi essere fortunata quando fai la doccia per strada.
    Comunque sei stata stoica a resistere bagnata dai capelli alle Converse per un giorno a Napoli.
    Ma diamine adesso che ci penso ma piove anche lì? Pensavo che fosse una prerogativa del Nord di questi giorni.
    Un’aspirina, latte caldo e miele di castagno e tanto calore.

  2. Consolati, io non ho preso pioggia eppure pare che dal naso mi stia nascendo l’inferno… Stasera tisana calda e fili a letto presto. Domani sarai in forma come sempre.
    Ciao
    Stefania

  3. Gli ombrelli di carta velina :/…ne so qualcosa…

  4. Rileggendo pensavo..converse,camicia, canotta (fucsia).. Quanti gradi avete di mattina a Napoli in questi giorni ??

  5. Dev’essere la solita vecchia storia del karma che non perdona (oppure quella meno poetica dello smartphone che mi corregge le parole pretendendo di sapere cosa voglio scrivere). Comunque sia recito il mea culpa: thumbs up per la canotta tutta la vita

  6. Ooops mi hai fregato..Ma sì infatti, io sono dalla tua parte alla grandissima in fin dei conti 😉

  7. Come ho letto da qualche parte tempo fa, “sposa bagnata.. bravo lo sposo!” 😀

  8. Ahhhh se solo avessi saputo sarei corsa col mio trenino e ti avrei “accompagnata ovunque”. 😉
    Mi faccio certe corse a Napoli solo per mangiare le sfogliatelle e i babà. Per non parlare del caffè. 🙄
    Ma adesso… come stai? Tosse, raffreddore, mal di gola, starnuti… tutto okay? spero vivamente di sì. 🙂
    ti abbraccio e metti via le Converse che non è più stagione. 😉
    smack!

  9. Ciao! ti ho pensato per un award…sul mio blog ho scritto tutto….mai fidarsi dei luoghi comuni 😉 ciao!

  10. Ciao, vorrei segnalarti che ti ho nominata per il “The Versatile Blogger Of The Year” sul mio blog..http://ilikethewhitewine.wordpress.com/
    A presto!

  11. Da ieri piove ininterrottamente e si è abbassata tanto la temperatura, la connessione va e viene…ben arrivato autunno.
    Sposa bagnata, sposa fortunata, secondo me l’ha detto un familiare della povera disgraziata che quwel giorno ha vistoun torrente venire giù e l’ha preso per un presagio, voleva rinubnciare e allora….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...