“Chi è la sposa?”

wedding

Ebbene sì, una delle mie più care amiche si sposa tra un anno. Ho sempre immaginato i matrimoni come qualcosa di lontano, delle belle feste a cui partecipare, un paio di tacchi da indossare, una bella sposa da ammirare, tanti fiori e qualche sogno che si perde nel tempo. Invece il matrimonio ti entra in casa in un mercoledì mattina, quando ti ritrovi una riccia esplosiva con un sorriso da incorniciare che ti annuncia la data delle sue nozze, nel maggio del 2015. Allora il matrimonio diventa un avvenimento straordinario che sancisce un’assenza, una crescita, e migliaia di sogni che senti anche un po’ tuoi, perché li pronunciano una bocca e un paio d’occhi con cui hai condiviso una vita. Ti entrano in casa il conto alla rovescia, i modelli dell’abito, il trucco, gli appartamenti, le sale dei ristoranti, i fiori, i colori, il fotografo, i confetti.
Poi, negli attimi di quiete, ti entra in casa quella che sarà la mancanza. “E se la vita separerà le nostre strade?” mi dice. Le rispondo che la vita le dividerà materialmente, geograficamente, ma non può cambiare cose che si ha l’intenzione di far durare. E non parlo di visioni adolescenziali dell’amore, anche se ho attraversato quella fase, ma ho avuto la mia dose di cuori infranti. Ho imparato che certi per sempre esisteranno comunque, a volte abbiamo solo bisogno di riadattarne il senso, cucirli su misura alla nostra vita. Lei è uno dei miei per sempre e quel giorno avrà la mia benedizione, ovunque la vita la porterà, ovunque l’Amore e i fiori d’arancio la prenderanno per mano.
Il fotografo ci guarda, ci chiede chi è la sposa, io guardo nella sua direzione e le sorrido, immaginando il confronto con quell’appellativo. E migliaia di foto sono davanti a noi, centinaia di volti felici, corpi fasciati di bianco, riso sospeso nell’aria, fedi che brillano prepotenti al dito. Migliaia di promesse digitali.
La osservo mentre discute dei dettagli e mi sento una mamma, sento una strana consapevolezza addosso.
La guardo e immagino la lunga camminata verso l’altare. I nostri sguardi che si incrociano. Il mio sorriso che si fa più largo quando sto per piangere.
Il matrimonio ti piomba in casa dettaglio dopo dettaglio. E io le regalo un sorriso per ogni riccio.
A certe promesse ci credo ancora. E spero che lo faccia anche lei, questo è il mio augurio.

Annunci

9 commenti

Archiviato in A spasso nella mia vita, Amici, Riflessioni, Storie, Uncategorized, Vita

9 risposte a ““Chi è la sposa?”

  1. Bel post che la tua amica apprezzerà sicuramente. E’ vero che al giorno d’oggi la preparazione di un matrimonio è come la pianificazione dello sbarco su Marte. Un qualcosa di talmente remoto che pare non vero.
    Spero che la tua amica sia felice nel trapasso da single a sposata!

  2. Io sono sempre stata un po’ titubante sui matrimoni…eppure…nel giugno del 2013 mi sono sposata anch’io! È stato un giorno bellissimo che non dimenticherò mai! Proprio l’altro ieri anche la mia migliore amica (nonché mia testimone di nozze!) mi ha annunciato il suo matrimonio per settembre di quest’anno…sono proprio contenta. E, come dici tu, ci sono dei legami che rimarranno per sempre, nonostante il tempo, nonostante le distanze, nonostante tutto. Un sorriso è il regalo più bello che si possa ricevere! Un sorriso per la tua amica e per tutte le spose!

  3. Che bello quello che hai scritto. Sei un’amica preziosa, il per sempre c’è tra voi e sono convinta che resisterà, anche al matrimonio.

  4. Ma sempre questa dolcezza immensa? Come si fa a pensare che possa andar storto qualcosa, con te?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...