Conversazioni sterili.

adele

“Cosa vi porto ragazze?”
“Per me un succo di frutta alla pesca”
“Per me un caffè”.
Ha avuto inizio così la conversazione più sterile della mia vita, una conversazione tra ragazze che non vedevo l’ora finisse. Ci sono alcune persone, e ora parlo di ragazze in particolare, che si incastrano alla perfezione, che parlano seguendo un continuo fluire che fa le capriole tra argomenti seri e del tutto frivoli. Sono quelle conversazioni che fanno bene all’anima, che dopo ti fanno sentire piena, con le idee più chiare.
E poi ci sono conversazioni come queste. Io la definisco conoscente, lei mi definisce amica, credo ignorando molto del significato della parola. Una di quelle chiacchierate in cui puoi anche tacere, tanto per l’altra persona fa lo stesso. Sterile è il termine giusto. Non c’era il fluire, guardavo l’orologio così spesso che rischiavo di disintegrarlo con gli occhi.
“E quindi sto scrivendo la tesi…”
La guardo appoggiando il mento sul palmo della mia mano, la ascolto, ma in realtà solo un parte di me la sta realmente ascoltando. Guardo gli uomini con il giornale dietro di lei, ridono ad alta voce, indicano il di dietro della cameriera. Mi viene da strabuzzare gli occhi, li riduco a due fessure e penso alle loro mogli, alle loro figlie, magari della stessa età della cameriera.
Lei continua a parlare, non mi fa domande. La osservo. Bionda, occhi azzurri, occhiali, un portamento austero. Cammina così dritta che sospetto abbia portato il busto per anni ed ora ha la sua forma impressa addosso a caldo. Rimane in superficie. E le vorrei dire questo “Con me rimani in superficie”. Abbiamo tutti un mare dentro e tu consideri ognuno come pozzanghera, quindi non chiedi, non ti interessa, non ti immergi.
Gli uomini continuano a ridere, io continuo a pensare.
Invento una scusa, devo andare, devo disintossicarmi.
La saluto, le do le spalle e penso a disintossicarmi, penso a non diventare sterile anche io.
Chissà come si sente ora, lei.

Annunci

8 commenti

Archiviato in A spasso nella mia vita, Riflessioni, Uncategorized, Vita

8 risposte a “Conversazioni sterili.

  1. Magari ora lei non si sente benissimo.
    Certamente, non a causa tua, ma per la sua postura costantemente “rigida” che arriva così “rigida” da “irrigidire” anche la tua percezione della sua anima.
    Le persone non si piacciono tutte. E’ una questione ormonale o chimica cerebrale.
    Tu invece mi piaci.
    Come va la scuola?

    • Ma quanto sei dolce tu, eh? Anche tu mi piaci. Dici che è una questione chimica innescata dalle parole? La scuola va bene, ho finito gli esami della triennale e proverò una cosa che sogno da tanto per la specialistica, poi si vedrà. 🙂 E tu come stai?

  2. Sì è chimica. Noi siamo energia. Il corpo è l’involucro che la contiene (nulla di più onestamente). Esistono chimiche attraenti ed altre che si respingono. Talvolta le parole contano poco, live potrebbe fare di più l’odore della pelle.
    La specialistica dici? E quando mi racconti qualcosa?
    Io mi accingo alle ferie e da settembre ricomincio con presentazioni letterarie ovunque un pò. Sono un generatore d’energia. Se sto ferma mi arrugginisco:-)

    • Ti ho mai detto quanto mi piacciono i generatori d’energia? Ti immagino come una trottola che illumina un po’ tutto. Goditi le ferie, io ti racconterò tutto appena avrò i risultati, promesso. Un abbraccio!

  3. Con le persone o c’è feeling e allora le conversazioni appaiono interessanti oppure non c’è e quindi le medesime parole sembrano sterili.

  4. a me incuriosisce la scelta dell’immagine !!!!

    • Si chiama Adèle Exarchopoulos, è un’attrice e mi ha colpito molto la sua espressione, soprattutto in uno dei film in cui recita come protagonista. Ha degli occhi che sembrano in grado di cogliere tutto, acchiappano altri occhi e filtrano sentimenti. Credo sia per questo che l’ho scelta come immagine! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...