A raccoglier le conchiglie.

seashells

La spiaggia d’inverno. Quella spiaggia d’inverno. La sabbia quasi bianca, l’oceano spumeggiante e dei raggi di sole d’oro colato sui miei capelli miele. E in questa domenica mattina, in questo angolo sperduto d’Europa, in questo paesino di pescatori e ostelli, non è più inverno. Non c’è più stagione, ci sono solo io che raccolgo conchiglie sulla spiaggia e rincorro i gabbiani con lo sguardo.
E davanti a me c’è un giocoliere a petto nudo, la pelle olivastra, i lineamenti bagnati di sale e di storie, i capelli lunghi raccolti. Lo guardo mentre si allena, lancia le palline con destrezza, senza mai farle cadere. E guarda il sole, mi domando come faccia.
Continuo a raccoglier conchiglie, a respirare sale e a pensare a quante poesie ci siano da qualche parte sulle spiagge d’inverno. Su questa spiaggia, in questo giorno, di questo anno.

E mi sembra che la bellezza sia tutta lì, all’interno di una conchiglia.

Annunci

4 commenti

febbraio 9, 2015 · 5:09 pm

4 risposte a “A raccoglier le conchiglie.

  1. La poesia è nelle tue parole del post. Sei riuscita a trasmettere tutto il fascino di una spiaggia d’inverno.

  2. Bell’immagine che sei riuscita a trasmettere attraverso le parole … complimenti :o)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...